Vai al contenuto

Pressione sanguigna, vasi sanguigni, sangue e molecole nel sangue che regolano il battito cardiaco.

Il sangue più denso del normale può essere causato da molecole che spingono il cuore a generare una certa pressione nei vasi sanguigni, in modo che i detriti cellulari dopo l’esercizio possano penetrare nei vasi sanguigni. Si potrebbe dire che quanto più diluiti e solubili nel plasma sanguigno sono gli scarti e gli alimenti, tanto minori sarebbero nel sangue le molecole che facilitano i battiti ad alta pressione.

Una cattiva digestione del cibo nelle cellule potrebbe essere causata da una scarsa sincronizzazione dei geni, che non si diluiscono abbastanza. Spesso con l’avanzare dell’età piccole sequenze di virus asintomatici si perdono durante la mitosi, come un virus della famiglia dei funghi, che arricchisce le cellule con geni che promuovono la dissoluzione del cibo.

Questo effetto nell’atmosfera in estate può creare una foschia più diluita e minuta e può essere sintomo di una buona pressione sanguigna che favorisce molto anche il recupero muscolare, ma potrebbe generare calore sfavorevole ai virus della famiglia dei funghi.

Uno scarso recupero muscolare o un recupero che dura a lungo, a causa di residui minerali nelle cellule, può essere dovuto al fatto che i vasi hanno bisogno di dilatarsi molto e richiedono molta pressione sanguigna.

Ad esempio, quando usciamo in bicicletta per fare sport, i primi parziali possono uscire con una buona prestazione e una frequenza cardiaca bassa, ma con il tempo può capitare che la stessa prestazione provochi fino a dieci battiti in più al minuto ed un battito cardiaco molto denso. sensazione fisica o con scarsa lucidità cerebrale e sensazione di addormentarsi a causa del sangue denso e delle proteine ​​per aumentare la pressione sanguigna con altri dieci battiti al minuto.

In un infarto può succedere che sostanze o alcuni farmaci, se abusati, possano sciogliere queste proteine ​​degli impulsi cardiaci nel sangue, provocando l’accelerazione o il processo di dissoluzione di queste proteine ​​e provocando a sua volta un’improvvisa accelerazione del muscolo cardiaco Con molti impulsi e alcune cellule, a causa dell’azione dei geni e di una maggiore percentuale di ossigeno in breve tempo, si gonfiano così tanto da causare un ictus, ad esempio, uccidendo la cellula a causa di un eccessivo gonfiaggio o gonfiore, che. ecco perché è importante che queste proteine ​​siano stabili e abbiano un effetto a lungo termine affinché la frequenza cardiaca sia ottimale.

I globuli rossi si nutrono di proteine ​​o reagiscono con le proteine ​​nel plasma sanguigno e, a seconda del ciclo di attività, potrebbero nutrirsi o reagire con proteine ​​o altre proteine, ad esempio. Se abbiamo un ciclo in cui dormiamo sempre e ci alziamo alla stessa ora, ciò potrebbe portare a migliori prestazioni fisiche al mattino e al pomeriggio i globuli rossi si nutrono di proteine ​​o reagiscono con le proteine ​​del plasma sanguigno che trattengono più ossigeno e addensare il sangue, per dormire meglio. Cambiare questa abitudine al sonno, dormire più tardi o andare a letto più tardi, può avere conseguenze sul modo in cui si nutrono i globuli rossi.

Un’altra cosa da tenere a mente, sono anche melanociti e la loro attività eccessiva può causare la dissoluzione delle proteine ​​che forniscono stabilità cardiaca, causando disagio cardiaco dovuto all’eccessiva diluizione del plasma sanguigno e per risolvere questo problema è necessario che si sincronizzino bene con questi proteine ​​e l’attività dei melanociti diminuisce, quando il sangue è molto diluito e questo effetto potrebbe causare un raffreddamento atmosferico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *